Semola rimacinata di grano duro

Ottenuta dalla sapiente miscelazione delle migliori varietà di frumento duro la "semola rimacinata"  è caratterizzata dalla presenza di proteine e di glutine, sostanze che determinano la panificabilità dello sfarinato e la qualità nutrizionale dei relativi prodotti finiti  differenziandoli da quelli ottenuti  con farine di grano tenero per la particolare fragranza e conservabilità.

Alle proteine della "rimacinata" viene anche imputata la peculiare caratteristica della maggiore capacità di ritenere l'acqua, che conferisce una più prolungata conservazione ai prodotti finiti e una maggiore resa in produzione (da 100 Kg di semola rimacinata di grano duro si ottengono, mediamente, kg. 130/140 di pane).

La semola rimacinata di grano duro è utilizzata soprattutto nella produzione di pane
tipo “Altamura” o “Pugliese”  e negli ultimi tempi per produrre,  a livello industriale, pane in cassetta, crostini, frise, ciabatte, panini, biscotti o prodotti equivalenti che presentano una alveolatura estremamente uniforme e compatta.
 
Infine è da sottolineare come il contenuto in carotenoidi che conferisce al prodotto il caratteristico color giallo ambra  sia nettamente superiore agli altri prodotti di macinazione del frumento, in conseguenza della maggiore localizzazione e concentrazione nella parte esterna della cariosside.

L'Industria Molitoria Mininni di Altamura produce da oltre 130 anni questo prodotto differenziandolo per tipologia di produzione.

puntatore.gifPassare il mouse sulle confezioni per ottenere maggiori informazioni


Semola rimacinata di grano duro
W: 220 - P/L: >2 - Assorbimento:  >60% - Stabilità: >4 - Glutine: > 11,00 % s.s.

semola-gd-panificazione.jpg semola-gd-superiore.jpgsemolarimacinata-gd-superiore.jpg